La vita in comunità

La vita in comunità è la strada che porta alla disintossicazione ed alla riscoperta di se stessi, una comunità di vita che poggia le basi sulla consapevolezza di non essere soli.

Regole e attività

Le attività offerte agli utenti della comunità sono diverse e vengono proposte in base al progetto individuale di ognuno di loro.

Cura della persona

Istruire, motivare o rimotivare gli utenti alla cura di sé attraverso una continua sollecitazione e verifica.

Cura degli spazi comuni e personali

La cura di se stessi passa anche attraverso la cura degli spazi in cui si vive, per questo il nostro programma prevede che gli utenti provvedono alla pulizia e al riordino degli spazi e dei locali

Gestione ed utilizzo dei beni della comunità

Il programma prevede una serie di incarichi a cui sottendono specifiche responsabilità per la gestione ed l’utilizzo dei beni. Gli incarichi vengono affidati dall’equipe terapeutica in riferimento alla fase del programma in cui si trovano gli ospiti.

Attività culturali, spirituali, formative, sociali integrate al programma terapeutico

Il percorso terapeutico proposto dalla Comunità La Casa del Sole è reso ancora più efficace dalla proposta di una serie di esperienze che sono volte alla piena integrazione sociale degli utenti.

Attività culturali:

  • Didattica museale presso musei e pinacoteche cittadine Partecipazione ad eventi formativi e culturali offerti dal territorio
  • Visite guidate, anche fuori provincia e regione, di siti monumentali, archeologici e ambientali di particolare rilievo Concerti di musica classica e popolare, all’interno e all’esterno della struttura
  • Valorizzazione dei talenti musicali degli utenti Laboratori di scrittura e lettura e lezioni tematiche
  • Tutoraggio e supporto per il conseguimento di titoli di studio, anche attraverso la frequenza ai regolari corsi istituzionali a partire dalla terza fase del programma terapeutico Partecipazione ad attività di formazione professionale
  • Corsi di lingua italiana ed elementi di lingua straniera (inglese)
  • Escursioni naturalistico-ambientali nel Parco Nazionale d’Aspromonte
  • Cineforum tematici all’interno della struttura

Attività formative e culturali:

  • Didattica museale presso musei e pinacoteche cittadine Partecipazione ad eventi formativi e culturali offerti dal territorio
  • Visite guidate, anche fuori provincia e regione, di siti monumentali, archeologici e ambientali di particolare rilievo Concerti di musica classica e popolare, all’interno e all’esterno della struttura
  • Valorizzazione dei talenti musicali degli utenti Laboratori di scrittura e lettura e lezioni tematiche
  • Tutoraggio e supporto per il conseguimento di titoli di studio, anche attraverso la frequenza ai regolari corsi istituzionali a partire dalla terza fase del programma terapeutico Partecipazione ad attività di formazione professionale
  • Corsi di lingua italiana ed elementi di lingua straniera (inglese)
  • Escursioni naturalistico-ambientali nel Parco Nazionale d’Aspromonte
  • Cineforum tematici all’interno della struttura

Attività sociali:

  • Incontri di confronto e di scambio con altri enti e organizzazioni di volontariato
  • Ospitalità di gruppi scout in struttura per momenti di scambio, confronto e formazione
  • Ospitalità in Comunità di un cantiere nazionale di lavoro per Rovers e Scolte (Scouts da 18 anni a 21 anni)
  • Coinvolgimento degli utenti in esperienze di volontariato presso enti e associazioni cittadine (servizio mensa e distribuzione pasti per i poveri; accoglienza migranti…) Conferenze tematiche all’interno della struttura

Attività sportive e del tempo libero:

L’organizzazione della giornata prevede che gli utenti possano dedicarsi a diverse attività dalle ore 17.15 alle ore 18.30

  • Ascoltare musica, scrivere, leggere
  • Utilizzare la palestra interna alla struttura
  • Lavare i panni personali
  • Partecipare a tornei sportivi
  • Partecipare a tornei di dama e scacchi

La casa del sole

xr:d:DAGBXowEjIw:3,j:7806287772393596628,t:24040314
La Casa del Sole è impegnata da quarant’anni nella lotta alle dipendenze e all’emarginazione, accogliendo, curando e reinserendo nella società persone con problemi di dipendenza patologica.

Contatti